Loading...
Progetto Valentina Bigiarelli2017-08-21T15:58:27+01:00

Project Description

Progetto Valentina Bigiarelli

Il 31 Dicembre 2009  Valentina Bigiarelli, di Paderno Dugnano, viene eletta la «Prima Miss dell’Anno 2010» del tradizionale concorso di bellezza «Miss Italia».
Per una fortuita combinazione il destino di Valentina incontra il fotoclub, ci viene proposto di realizzare un book fotografico per questa bellissima e giovanissima diciassettenne, una proposta ed un occasione che incontra l’interesse di tanti fotografi del fotoclub.

L’idea

Nasce l’idea di collaborare con qualche fotografo che possa aiutarci in questa sfida, per un impegno così importante ci affidiamo all’esperienza di Alberto Nencioni e all’ospitalità e collaborazione del fotoclub “La Rotondina” di Nerviano. Con loro inizia un percorso di preparazione e di collaborazione che durerà per tutta la durata del progetto.

In una serata di fine invento incontriamo la famiglia di Valentina e abbiamo il piacere di conoscerla dal vivo, difficile non rimanerne colpiti, affascinati, oltre che essere una bellissima ragazza determinata a rincorrere un sogno, raggiungere un obiettivo ambizioso: un altro scettro.

Obiettivo

Il nostro obiettivo invece è forse meno ambizioso ma non certo meno importante, anzi, i nostri scatti dovranno riuscire a rappresentare e se possibile esaltare tutta la bellezza della nostra modella così speciale. Per riuscirci è indispensabile un lavoro di gruppo, formare un team.

L’art director di  questo progetto è Alberto Nencioni a lui affidiamo il briefing iniziale e soprattutto la regia delle 3 sessioni di shooting in studio.

Il nostro fotoclub si prende cura di reperire vestiti e accessori,  le amiche Francesca e Federica Prisciantelli si occupano del makeup e parrucco.

Sviluppo del progetto

Per produrre un book il più possibile completo si decide di prevedere almeno una sessione di shooting in esterni in location da definire. Nella ricerca di un set particolare la ci porta a conoscere la meravigliosa Villa Litta di Lainate, la sola ad a rispondere e accogliere alla nostra richiesta. Un incontro davvero fortuito che ci porterà a conoscere l’Ass. Amici di Villa Litta e a dar vita ad un altro importantissimo progetto. E’ davvero curioso come a volte, quando si cerca qualcosa di bello, ne scaturisce qualcosa di nuovo, inaspettato quanto meraviglioso.

Sessioni fotografiche

Alle 3 sessioni di shooting in studio (nella sede del fotoclub “La Rotondina”) si aggiunge una sessione in esterni nel bellissimo contesto di Villa Litta, ogni particolare di queste sessioni è documentato negli articoli di backstage. Per la maggior parte dei fotografi del nostro fotoclub è la prima occasione per scattare con una modella e soprattutto in uno studio fotografico. Fotografare in studio non è semplice soprattutto di primo impatto. La luce viene gestita dai flash, occorre quindi prestare la massima attenzione e cura nella composizione e soprattutto nella costruzione della posa. Durante queste sessioni in studio abbiamo la possibilità di provare diversi tipi di illuminazione e fondali…..

Ogni fotografo procede quindi allo sviluppo in postproduzione dei propri scatti.

Selezione

Segue quindi la selezione che viene suddivisa in tre fasi. La prima è quella di esclusione delle immagini chiaramente non perfette, si va per eliminazione quando il soggetto, l’inquadratura  presenta qualche imperfezione,  inadeguatezza. Un lavoro che richiede tempo ma grazie alla catalogazione è semplice e quasi immediato comparare gli scatti e seguendo un criterio di esclusione, scegliere quelli più validi. Questa attività viene materialmente svolta da due-tre persone ma condivisa con gli altri.

La seconda selezione viene materialmente eseguita solo da 3 persone, è un ulteriore lavoro di perfezionamento della scelta attenendosi scrupolosamente a criteri oggettivi.

La terza ed ultima selezione è invece solo in funzione del book e del composit. Si tratta di scegliere tra circa 100 immagini una trentina di foto che saranno suggerite come più adatte a formare il book e altre 4 per il composit.

Catalogazione

Catalogazione: raccolte le immagini di tutti i fotografi si procede alla catalogazione per genere e tipo di posa, è una fase importante per uniformare gli scatti e permettere una visione d’insieme coerente e funzionale alla selezione delle immagini migliori.

Analisi di gruppo

Segue quindi la visione in sede di ogni singolo scatto raccolto, è un passaggio che richiede tempo e pazienza ma è un esercizio di analisi utile a tutti per capire i propri punti di forza, gli errori, come si poteva migliorare lo scatto, imparare dagli altri.

Sebbene il soggetto e il contesto sia lo stesso non c’è uno scatto uguale all’altro, ogni autore ci ha messo del suo, emerge il carattere, lo stile.

Conclusione

Il progetto giunge alla conclusione con la consegna delle foto e una cena per festeggiare i bei momenti passati insieme. Ringraziamo Alberto e tutto il fotoclub “La Rotondina” di Nerviano per la collaborazione.

  • E’ stato divertente e creativo, sempre tenendo conto della finalità di avere un risultato fotografico che rappresentasse soprattutto Valentina e la sua fresca personalità di giovane donn
  • Non abbiamo cercato effetti speciali, ci siamo attesi alla semplicità, dando così valore alla persona, agli abiti e al luogo….è stato un buon esercizio di approccio a questo genere di fotografico.
  • E’ stata un esperienza significativa quanto impegnativa ma che ci è servita per conoscere  un po’ il mondo della fotografia in studio, di ritratto.

“esiste un assoluto di bellezza, per così dire, già scritto”, la ricerca e la capacità di discernere il bello, ed il desiderio e la capacità di riprodurlo, è forse la più alta e nobile prerogativa umana.”

Riflessione – collaborazione
spirito di gruppo

E’ stato il secondo ed laborioso progetto del fotoclub e senz’altro si è affermata in noi tutti l’importanza della collaborazione. Una lezione importante è rappresentata dalla ricerca di sostegno di chi ha l’esperienza necessaria o di chi può contribuire al raggiungimento dell’obiettivo.

La collaborazione richiede però spirito di gruppo, richiede voglia di mettersi in gioco, di ascoltare e imparare nuove cose, ma soprattutto richiede volontà ad aprirsi e lavorare insieme per raggiungere un obiettivo.

Quest’ultimo aspetto diventerà un’altra pietra miliare del nostro essere associazione, un punto di riferimento per il gruppo ma anche per i singoli fotografi.

Non possiamo certo dimenticare l’aspetto umano, che non si ferma al semplice incontro, alla semplice conoscenza, al rapporto professionale tra modella e fotografo ma diventa un legame di amicizia, così non e’ stata soltanto una magnifica esperienza di fotografia di ritratto, beauty e fashion ma anche l’opportunità di far amicizia con una persona molto speciale.

Ringraziamenti

A conclusione di questo progetto ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito: – il nostro Art Director Alberto Nencioni , che ci ha illuminato in tutti i sensi e in ogni occasione; – il Foto club la Rotondina di Nerviano per la disponibilità e collaborazione – le “nostre” stylist, Francesca ed Eleonora Prisciantelli che hanno fatto un grande lavoro dietro le quinte che ha reso protagonista la bellezza di Valentina. Un particolare e sentito ringraziamento al Presidente dell’Associazione Amici di Villa Litta Aldo Croci, ai Signori Padovan: oltre che con la bellezza di Villa Litta ci avete sorpreso con la vostra gentilezza, cortesia e disponibilità.

Ed in fine ma non certo per ultimo, ringraziamo e salutiamo con affetto Valentina e la sua famiglia.

Pubblicazione fotoalbum

Il materiale fotografico sviluppato per questo progetto non poteva rimanere relegato al book di Valentina.

Abbiamo così voluto rappresentarlo nel suo insieme attraverso la creazione di due fotoalbum che rappresentano al meglio il portfolio fotografico di questa bellissima modella in due contesti diversi: le fotografie realizzate in studio e quelle in esterni.

Sessioni fotografiche