Loading...

Focus On: Prima della fotografia.

La pittura di paesaggio e l’invenzione della fotografia

a cura di Claudio Lepri

Claudio Lepri

Relatori:  Claudio Lepri

Appassionato professionista della fotografia d’architettura, d’interni e di giardini, vincitore di diversi contest fotografici da sempre appassionato di poesi e pittura, Claudio ci ha accompagnato in un viaggio a ritroso nel tempo per conoscere il vero DNA della fotografia, non potevamo trovare migliore relatore per questo appuntamento del Focus On.

Ringraziamo Claudio per la dedizione e per la disponibilità ad illustrarci con la sua consueta precisione questo interessante argomento ma soprattutto per averci stimolato una domanda, una riflessione per il nostro modo di fare fotografia.

La fotografia nasce nel 1839 e si inserisce in un cambiamento epocale in Europa che coinvolge sentimenti e atteggiamenti personali, visione del mondo e della società, lotta per la libertà e l’indipendenza.
Un elemento importante, filosofico e artistico, è il rapporto con il paesaggio e la natura: il paesaggio diventa un interlocutore dell’uomo, uno spazio di riflessione e di autoriconoscimento.
Come rappresentare il paesaggio, l’ambiente in pittura: antica questione risolta nel 1400 con la “piramide della proiezione”.
La fotografia però non può rispettare la regola di comporre il soggetto:

la fotografia deve confrontarsi con la dimensione tempo.

Appare differente dalla pittura, ma poichè i primi fotografi sono stati pittori, o lo sono ancora, i primi decenni della fotografia vedono l’imitazione della pittura e dei suoi generi, anche se la fotografia riesce a imporsi in alcuni generi di nicchia (documentazione medica, ricordo dei morti).
Chiudo il focus-on con la domanda (retorica poichè fatta nel 2017) se la fotografia di fine ‘800 saprà cambiare  il modo di vedere, raccontare la nostra realtà. Se saprà superare il vincolo di essere uno strumento meccanico che come dice Baudelaire impedisce all’autore di comporre l’immagine (vedi regola della composizione succitata) e quindi di essere la fotografia una forma d’arte.

Per chi volesse approfondire riportiamo qui sotto la bibliografia citata nella presentazione:

  • P.Galassi, Prima della fotografia, Bollati Boringhieri
  • D.Bate, Il primo libro della fotografia, Einaudi
  • AA.VV. Turner e gli impressionisti, Linea d’ombra
  • C.Marra, Fotografia e pittura nel Novecento, Bruno Mondadori
  • Storia della Bellezza, a cura di U.Eco, Rizzoli
  • F.Castria Marchetti – G.Crepaldi, Il paesaggio nell’arte, Electa

documentazione di cure mediche

documentazione di cure mediche

ricordo dei morti

2017-08-11T14:16:36+00:00